Static Pushover Method for the Seismic Analysis of Structures

From edwilson.org/History/Pushover

During the last twenty years the use of a static pushover analysis of many different types of structures has increased significantly. The maximum static displacement from such an analysis is referred to as the Displacement Capacity of the structure. The Demand Displacement is then estimated from a linear elastic time history earthquake analysis of the structure. (In the case of a design earthquake spectrum input, the CQC method of modal combination is used to combine the modal responses to estimate the Demand Displacement). The Demand/Capacity ratios calculated by this approach must be less than 1.0 to prevent collapse.

Continue reading

Proliferazione delle normative e tecnicismo

Andrea Dari

*Ultima lezione ufficiale del corso di Tecnica delle costruzioni tenuta dal prof. Piero Pozzati nell’a.a. 1991-’92, presso la Facoltà di Ingegneria dell’Università di Bologna (3 giugno 1992).

In questi ultimi mesi nel mondo dei professionisti non si è fatto altro che parlare di regole. Innanzitutto di quelle che dovrebbero essere pubblicate e continuano a giacere nei cassetti della burocrazia: l’atteso aggiornamento delle norme tecniche, conclusosi ufficialmente nel settembre 2012 ma diventate ormai leggenda (servirà un nuovo terremoto per pubblicarle ? speriamo in un gesto del Ministro Lupi.)

Poi di riforme: degli Ordini delle Professioni, delle commissioni deontologiche, di Inarcassa … Continue reading

Case antisismiche grazie ai Borboni

lescienze.it

testUn paese a elevato rischio sismico come il nostro è bene che analizzi tutte le tecnologie che permettono di proteggere gli edifici da scosse di terremoto. Anche tecnologie del passato, come dimostra questo video

di un test effettuato nei laboratori dell’Istituto per la valorizzazione del legno e delle specie arboree (IVALSA) del Consiglio Nazionale delle Ricerche a San Michele all’Adige, in provincia di Trento, in collaborazione con il dipartimento di scienze della Terra dell’Università della Calabria.
Continue reading